Riducono in fin di vita un cucciolo gettandolo tra i rifiuti

 Riducono in fin di vita un cucciolo gettandolo tra i rifiuti
(DENIS SINYAKOV/Getty Images)

I Carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Marcianise in provincia di Caserta hanno denunciato per maltrattamento di animali due giovani del posto che avevano preso a calci e pugni riducendo in fin di vita un povero cane. Dopo le percosse la povera bestiola era stata gettata, come fosse un rifiuto, nella campana per la raccolta del vetro nella piazza antistante la stazione ferroviaria di Marcianise. La segnalazione è arrivata al 112 da un cittadino che ha riferito dei maltrattamenti. I militari accorsi immediatamente sul posto hanno trovato il cucciolo in gravissime condizioni. Il personale veterinario ha constatato la gravità  delle condizioni in cui versata l’animale: il piccolo aveva una frattura della mandibola, escoriazioni e un gravissimo trauma cranico. Grazie alla segnalazione i due individui sono stati rintracciati mentre si trovavano a bordo di un’auto, fermati e  condotti in caserma. Avevano ancora i vestiti sporchi di sangue del povero animale Il piccolo amico a quattro zampe è stato affidato alle cure dei veterinari in una clinica specializzata di Napoli che stanno cercando in tutti i modi di strapparlo alla morte.

B.R.