Simone e quel messaggio su Facebook: “Posso morire felice”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
Simone Urbano (foto Facebook)
Simone Urbano (foto Facebook)

Simone Urbano, 22 anni, è uno dei tre giovani che hanno perso la vita in tre incidenti stradali sabato notte a Roma: poco prima delle quattro del mattino, in via dei Pescatori, all’altezza di via del Canale dello Stagno, a Ostia, si è schiantato contro un albero con la propria Panda. Vani i soccorsi del 118: il giovane, che abitava a una manciata di metri dal luogo dell’incidente, è morto all’ospedale Grassi, dove era stato trasportato nel disperato tentativo di salvargli la vita.

Studente universitario a Roma Tre di Lingue e mediazione linguistica, Simone – che aveva perso il padre da giovanissimo – era tornato da pochi mesi da un lungo viaggio in Cina. In un messaggio su Facebook, postato nel pomeriggio di giovedì, il ragazzo aveva scritto “Posso morire felice”. La frase suona oggi come un inquietante presagio: quelle parole accompagnavano un video in cui si vedeva un gattino impazzito di gioia.

Intanto, i vigili urbani che hanno effettuato i rilievi stanno provando a far luce sulle cause dell’incidente che potrebbe non essere dovuto a una distrazione o all’alta velocità. Sull’asfalto, infatti, è stata notata la presenza di un dosso formato dalle radici, proprio nel punto in cui il guidatore ha frenato e perso il controllo della sua auto. Sarà ora un’indagine a fare luce sulle eventuali responsabilità nella mancata manutenzione.

 

GM