18enne si nasconde dal ‘suocero’: tragedia a Milano

Carabinieri (Salvatore Laporta/Getty Images)
Carabinieri (Salvatore Laporta/Getty Images)

Tragedia in un appartamento all’interno di un grande condominio popolare a Milano: un 18enne originario dello Sri Lanka è morto precipitando nel vuoto dal quarto piano della casa dove abitava la sua fidanzatina 15enne. In base a quanto finora ricostruito dai militari dell’Arma dei Carabinieri, il giovane, poco più che maggiorenne, sarebbe caduto dal davanzale della finestra, dove aveva provato a nascondersi quando era giunto improvvisamente nell’appartamento il padre della ragazzina.

Sembra infatti che il ‘suocero’, il quale da tempo non viveva più in quella casa perché separato, fosse all’oscuro della relazione tra i due giovani; preso alla sprovvista, il 18enne si era quindi andato a nascondere sul davanzale della finestra, ma avrebbero perso l’equilibrio e sarebbe precipitato. A confermare tale ipotesi, il fatto che gli inquirenti hanno trovato l’appartamento in ordine e senza segni di lotta.

Secondo quanto appreso dai carabinieri, infatti, quando questi sono giunti in casa hanno trovato in casa la ragazzina, la madre, il fratellino e il padre di 43 anni, tutti originari dello Sri Lanka, sconvolti per l’accaduto. Sembra che tutti abbiamo confermato la tesi dell’incidente fatale e non vi sono riscontri all’interno dell’appartamento che la smentiscano.

 

GM