Accusati di tentato stupro, ricercati due migranti

Donna in lacrime (Adam Pretty/Getty Images)
Donna in lacrime (Adam Pretty/Getty Images)

Sono accusati di concorso in tentata violenza sessuale due migranti ospitati da alcuni mesi nell’albergo Hotel City di San Nicola La Strada, in provincia di Caserta; i due,  Dolo Yi Osas, 33 anni ed Emmanuel Osabuohien Robinson, 20 anni, sarebbero gli autori di un tentato stupro ai danni di una psicologa, operatrice presso il centro di accoglienza per i rifugiati che è stato individuato in un’ala dell’albergo e che ospita decine di migranti.

Secondo quanto ricostruito, anche grazie al racconto della donna, i due prima avrebbero bloccato la dottoressa alle spalle, poi l’avrebbero spinta verso un’autovettura in sosta e tentato di spogliarla, mettendole le mani addosso e provando a toccarla nelle parti intime. A salvare la donna dallo stupro è stato il provvidenziale intervento di altri operatori della struttura d’accoglienza, colleghi della donna. L’episodio si sarebbe verificato nel mese di ottobre.

Non è il primo episodio di violenza da parte di migranti nel casertano: ad agosto, circa 300 profughi presero d’assalto un albergo sulla Domiziana, arteria costiera che collega Napoli a Formia e Gaeta, l’hotel Di Francia. I migranti sono arrivati anche a lanciare per strada materassi e mobili, che hanno rallentato la circolazione verso il mare. Con loro si sono schierati gli operatori: “Si comprende la loro esasperazione: i permessi per motivi umanitari si discutono nelle apposite commissioni  che si riuniscono presso le prefetture di Salerno e a Caserta. I lavori sono lentissimi”.

 

GM