Lo schianto

Lo schianto

Sono morte le due bambine rimaste gravemente ferite nell’incidente di domenica pomeriggio avvenuto sulla via del Mare all’altezza di Acilia, frazione di Roma Capitale. Le condizioni delle piccole coinvolte nel sinistro stradale sono apparse subito gravissime ed è stato necessario il tentativo di rianimazione da arresto cardiaco direttamente sul posto. Le due piccole vittime sono una 13enne, che era stata trasportata in eliambulanza al Policlinico Gemelli, e una bambina di nove anni portata al Grassi di Ostia. Entrambe sono poi morte in serata.

La mamma, 36enne di origini brasiliane, è ricoverata in un terzo ospedale, il Sant’Eugenio dell’Eur con una gamba fratturata in più punti. Le tre si trovavano a bordo di una Fiat Punto, andata distrutta nell’incidente, mentre sono stazionarie le condizioni degli altri tre feriti, un minorenne ed il papà di 46 anni che si trovavano a bordo della A4 ed un uomo di 73 anni che era al volante della Fiat 500, terza auto coinvolta.

Si è intanto aggravato il bilancio dell’incidente avvenuto due giorni fa a Fasano, quando un autoarticolato con una cisterna carica d’olio si è ribaltato superando lo spartitraffico e finendo di traverso sulla carreggiata. In tutto le vittime sono cinque, delle quali quattro appartenenti alla stessa famiglia: si tratta di familiari del consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Cristian Casilli, tra cui la figlioletta e i suoceri. La politica pugliese è sotto choc per quanto avvenuto, come ha spiegato il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo: “Tutti proviamo una sofferenza profonda e avvertiamo il dolore di Cristian. In queste occasioni non ci sono parole. Siamo in silenzio accanto a lui e alla giovane mamma”.

 

GM