E’ la stella di Natale? No, è un asteroide

asteroide
un asteroide fotografato dalla NASA (NASA/Newsmakers)

Da quando nelle sale cinematografiche uscì il film ‘Armageddon’, periodicamente vengono lanciati allarmi su corpi celesti in rotta di collisione con la Terra. Saranno quindi contenti i catastrofisti per la segnalazione di un asteroide che passerà ‘vicino’ al pianeta la notte del 24 dicembre, data che li renderà ulteriormente felici per i possibili riferimenti biblici. Il corpo roccioso – il diametro dovrebbe essere di 1,3 km – atteso per la vigilia di Natale fu scoperto nel 2003: la sua esistenza fu comunicata dalla Nasa attraverso il suo programma “NHATS”, che si occupa di tenere sotto controllo lo spazio. Il passaggio – visibile solo da astronomi ed esperti muniti di telescopio – avverrà a una distanza di 11mln di km dalla Terra e sarà la prima di 5 apparizioni previste nei prossimi 12 anni (il secondo avvistamento è previsto per il 2018). La Nasa, dopo alcuni allarmi lanciati sul web, ha comunicato che per i prossimi 200 anni l’asteroide non rappresenterà un pericolo per il nostro pianeta. Recentemente, i ‘catastrofisti’ avevano predetto la distruzione della Terra ad opera di un corpo roccioso tra il 22 e il 28 settembre 2015; ad Halloween, poi, un altro asteroide era passato vicino al pianeta. L’astronoma Judit Györgyey-Ries dell’Università del Texas ‘McDonald Observatory, invece, ha previsto che fra due anni un asteroide cadrà sul suolo terrestre con rischio di gravissimi danni.

L. B.