Vacanze di Natale: attenzione alla scelta del volo

Ryanair (Ian Waldie/Getty Images)
Ryanair (Ian Waldie/Getty Images)

Sono 11,6 milioni gli italiani in partenza per le vacanze di Natale: di questi, un quarto andranno all’estero, molto probabilmente prendendo l’aereo. Lo rende noto la Confesercenti e come ogni anno vengono lanciati allarmi sui rischi di viaggiare in aereo, ricordando soprattutto i passeggeri del volo da Bologna a Londra, che due anni fa a Natale restarono all’aeroporto Marconi prima che il volo venisse definitivamente annullato. Rischi molto più comuni sono lo smarrimento  di una valigia o un volo in ritardo.

Per questo Airhelp, una startup che si occupa di rimborsi di biglietti aerei, ha deciso di stilare una “classifica” di aereoporti e compagnie aeree a rischio in questi giorni di festa. Secondo questa particolare graduatoria, il peggior aeroporto è Roma Fiumicino, dove si sono registrati 1068 voli partiti con 3 o più ore di ritardo, costati alle compagnie 267mila euro di risarcimenti. Seguono l’aeroporto Marco Polo di Venezia e Milano Malpensa.

Tra le compagnie aeree, “svetta” per ritardi Ryanair con una media del 29% dei voli in ritardo nel periodo natalizio degli ultimi 4 anni, davanti ad Alitalia col 18% di ritardi e Easyjet al 15%,. Tra gli aeroporti internazionali, sconsigliatissimo quello di Miami, anche se fa molto peggio lo scalo di Francoforte, con oltre 26mila ritardi per 10,2 milioni di euro di rimborsi. Spiega Lorenzo Asuni, responsabile italiano di Airhelp: “Ogni anno 8 milioni di passeggeri potrebbero chiedere rimborsi per 2,5 miliardi di dollari. Ma solo l’1% delle persone che ne ha diritto riceve il risarcimento. Spesso non avviano neanche le pratiche per paura dei labirinti burocratici”.

GM