Pensioni per il 2016: in arrivo una nuova mazzata

Pensioni Inps fonte pensioniinps.it
Pensioni Inps fonte pensioniinps.it

L’anno nuovo porterà con sé diverse novità per quello che concerne la pensione: nel 2016, in virtù della legge Fornero, aumenterà l’età anagrafica per la pensione di vecchiaia e anche gli anni necessari di contribuzione necessari per quella anticipata di quattro mesi.

Il quotidiano ‘Libero’ ha approfondito le novità con un articolo dal titolo poco rassicurante “Arriva la mazzata sulle pensioni“.

L’ultima manovra finanziaria ha introdotto la possibilità di lavorare part-time dai 63 anni prima di andare in pensione, fino all’applicazione della no tax area per chi prende fino a 8mila euro l’anno. Tra le altre novità, l’applicazione della settima salvaguardia per 26.300 esodati. La riforma punta ad adeguar entro il 2018 l’età pensionabile per tutti a 66 anni.

Scrive Libero: “Oggi questa soglia minima vale già per gli uomini e per le donne che lavorano nella pubblica amministrazione. Nel 2016 le lavoratrici del privato e quelle autonome continueranno a recuperare il gap, anche perché da circa cinque anni l’età pensionabile è stata agganciata al dato dell’aspettativa di vita. Dopo il primo adeguamento del 1 gennaio 2013 di tre mesi, dall’inizio del prossimo anno sarà di quattro mesi”.

LC