Madre e figlia uccise a colpi di ascia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:49
Volodymir Havrylyuk e la moglie (foto dal web)
Volodymir Havrylyuk e la moglie (foto dal web)

Una tragedia familiare si è consumata nelle scorse ore in una villetta che affaccia direttamente sulla spiaggia a Licola, frazione balneare del comune di Giugliano, nel napoletano, dove un ucraino di 44 anni ha ucciso a colpi d’ascia la moglie e la figlia. Marito e moglie sono molto conosciuti nella zona e vengono descritti come una coppia tranquilla dai vicini di casa, increduli per quanto accaduto. L’autore del raptus omicida si chiama Volodymir Havrylyuk, mentre le due vittime sono la moglie Marina, di 30 anni, e la figlioletta Katia, di 4.

“Erano delle persone calme e a modo, a volte la loro bambina giocava con i nostri figli “- hanno spiegato alcuni residenti della zona – “il marito era più riservato, mentre la mamma della piccola era una persona più socievole”. L’ucraino è ora in stato di fermo e piantonato all’ospedale Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli. Si pensa che all’origine della tragedia possa esserci la precaria situazione economica dell’uomo, che lavorava in un vivaio di piante e fiori nella zona di Licola.

A scoprire l’accaduto e a dare l’allarme è stato proprio il titolare del vivaio, che si è preoccupato non vedendo presentarsi al lavoro in orario, come sempre accadeva, il suo dipendente. Saranno i carabinieri e il magistrato di turno che ascolteranno l’ucraino appena possibile ar ricostruire dinamica e cause dell’accaduto. L’uomo, che saltuariamente faceva anche il muratore, dopo aver ucciso moglie e figlia si è colpito alla gola con una coltellata ma non è in pericolo di vita.

GM