Marò: “Latorre non tornerà in India”

Massimiliano Latorre (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)
Massimiliano Latorre (VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

La notizia è importante anche perché la data di scadenza del permesso per Massimiliano Latorre era molto vicina. Infatti il fucilieri di marina accusato insieme a Salvatore Girone di aver ucciso due pescatori indiani avrebbe dovuto tornare in India dopo venerdì prossimo. Era quello infatti il termine del permesso concesso a Latorre dai giudici indiani per curarsi dopo l’ictus che lo ha colpito nel 2014.  A dare conferma del non rientro è il presidente della Commissione Difesa del Senato Nicola Latorre, a margine di un convegno organizzato dal Centro studi internazionali: “Massimiliano Latorre non tornerà in India e, anzi, si stanno approfondendo le possibilità per chiedere che anche Salvatore Girone rientri in Italia” queste le sue parole che ridanno anche speranza a chi ormai da mesi aspetta il ritorno definitivo di entrambi i marò.

Va ricordato che ormai gli elementi a carico dei due fucilieri sono sempre più deboli se non inesistenti. Anzi le prove della loro innocenza e della loro totale estraneità ai fatti sono talmente evidenti che il fatto che il processo sia ancora in corso risulta essere del tutto assurdo. Una cosa quasi ai limiti, se non oltre, la legalità. Tra gli elementi più importanti emersi negli ultimi mesi ricordiamo: incompatibilità tra i proiettili che hanno ucciso i due pescatori indiani e quelli in dotazione ai due marò, incongruenze e ritrattazione nei racconti dei testimoni che accusano i due italiani compresa quella fondamentale della distanza tra le due navi, la sparizione della nave sulla quale viaggiavano i due pescatori, una delle prove principali dunque che si dissolve nel nulla. La lista potrebbe proseguire, ma già basta per far capire che non solo Latorre non deve rientrare in India, ma che Girone deve assolutamente rientrare al più presto. Entrambi poi devono vedersi riconosciuto lo status di uomini liberi e innocenti e non pochi dovranno loro delle scuse.

F.B.

Leggi anche:

I marò sono innocenti, ecco tutte le prove che li scagionano