Crollo di una palazzina (Marco Di Lauro/Getty Images)

Crollo di una palazzina (Marco Di Lauro/Getty Images)

Prontezza e sangue freddo da parte di un’inquilina di una palazzina nella zona del lungotevere Flaminio, vicino allo stadio Olimpico, hanno evitato che si verificasse una tragedia simile a quella avvenuta una settimana fa ad Arnasco, in provincia di Savona. La donna ha infatti sentito degli scricchiolii nell’edificio e ha dato l’allarme in piena notte, chiedendo l’intervento sul posto di vigili del fuoco e vigili urbani, i quali rendendosi conto che il rischio era reale hanno fatto sgomberare le quindici famiglie che abitano nella palazzina. Nel giro di qualche minuto, l’edificio è crollato proprio davanti ai loro occhi.

Molti i disagi dovuti proprio al crollo, in particolare per la viabilità cittadina, tant’è che i vigili hanno emesso un comunicato: “A seguito del crollo parziale del palazzo in piazza G. Da Fabriano si è resa necessaria la chiusura di Lungotevere Flaminio, in particolare nel tratto che va da Piazza Gentile da Fabriano Ponte a Ponte duca D’Aosta (Stadio Olimpico): l’area è stata interdetta alla circolazione veicolare, e sono state istituite opportune chiusure del tratto interessato. Per limitare al massimo l’intenso traffico che si potrà verificare”.

Per tale ragione, la polizia locale  “invita i cittadini a percorrere strade alternative, in particolare è opportuno deviare il percorso: per i veicoli che provengono da sud, ossia da Lungotevere delle Navi, spostarsi prima possibile verso il quartiere Prati attraversando il Tevere o dall’altro lato (Belle Arti / Flaminia/Parioli/ Auditorium). Per veicoli che provengono da Nord (Ponte Milvio) spostarsi prima possibile sul lato di Via di Tor di Quinto/Stadio Olimpico”.

GM