Tragico incidente: muore Sara di 28 anni, altre due giovani in fin di vita

Sara Macaluso
Sara Macaluso (Facebook)

Un tragico incidente è avvenuto nella notte sulla strada statale che collega l’uscita dell’A7 Casei Gerola a Voghera, in provincia di Pavia. Una Bmw sulla quale viaggiavano quattro ragazzi probabilmente di ritorno da una serata fuori ha perso ancora inspiegabilmente il controllo. A quel punto il mezzo è andato a sbattere violentemente contro la barriera di cemento che si trova al lato della strada. L’impatto ha fatto rimbalzare la macchina per un centinaio di metri circa fino a finire poi nella carreggiata opposta. Qui giungeva una Opel Meriva con a bordo una famiglia con padre, madre e figlia 20enne. Lo scontro, a quel punto inevitabile, è stato devastante e la Opel è finita nel fossato che costeggia la statale.

Sul posto, avvisati da altri automobilisti che transitavano lì in quel momento, sono giunti polizia, carabinieri, i vigili del fuoco che hanno estratto i feriti dalle carcasse delle auto e diverse ambulanze provenienti da Voghera, Sannazzaro, Pavia e Tortona. Purtroppo per una delle persone coinvolte non c’era già più nulla da fare. Si tratta di Sara Macaluso, nata a Palermo, ma residente a Voghera da sempre. Una giovane di 28 anni molto conosciuta in città. La sua morte ha scatenato centinaia di commenti increduli suo social dove i suoi tanti amici ancora non riescono a credere a quello che è successo. Le due amiche che erano in auto con lei sono ricoverate in gravissime condizioni. Una di loro era incosciente, è stata intubata sul luogo dell’incidente e poi trasportata al Policlinico San Matteo di Pavia, dove è ricoverata in rianimazione. L’altra si trova anche lei in rianimazione però all’ospedale di Voghera. Il ragazzo 26enne, probabilmente colui che guidava l’auto, forse in preda allo choc del momento si era allontanato dal luogo dell’incidente ed è stato trovato e soccorso dai carabinieri non lontano dal casello autostradale. Anche la ragazza 20enne che viaggiava sulla Opel si trova ricoverata in rianimazione, mentre i suoi genitori pare se la siano cavata senza ferite gravi.

Tra i tanti messaggi che stanno invadendo la bacheca Facebook di Sara abbiamo scelto questo di una sua cara amica: “Ti saluto in questa terra perché vivrai sempre nel mio cuore. Abbiamo riso pianto vissuto felicità e dolori tu come una sorella, bastava poco a capirci. Mi hai insegnato che non è un’amica chi ti dice ti voglio bene tutti i giorni ma chi lo dimostra nel momento del bisogno…Dio a volte leva le persone dalla terra perché sono angeli preziosi….riposa in pace angelo mio nessuno muore davvero sulla terra finché si vive nel cuore di chi resta addio amica mia”.

F.B.