Cibo scaduto, istruzioni per l’uso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:41
(Sean Gallup/Getty Images)
(Sean Gallup/Getty Images)

Secondo la Coldiretti, la crisi economica sta portando i cittadini italiani verso uno stile di vita sempre meno dispendioso e, in alcuni i casi, al limite con la povertà, tant’è che il 15% della popolazione non si farebbe troppi problemi a mangiare prodotti scaduti da più di un mese, onde evitare di buttarli via e di sprecarli e complessivamente otto connazionali su dieci non buttano immediatamente il cibo scaduto. Diversa è la situazione in Gran Bretagna, dove ogni anno vengono gettate nella spazzatura oltre quattro milioni di tonnellate di cibo scaduto.

Gli abitanti del Regno Unito, infatti, prendono alla lettera quella dicitura sull’etichetta ‘da consumarsi preferibilmente entro…’ e per tale ragione ‘The Independent’, tramite Dan Cluderay, il proprietario del sito web ‘Approved Food’, ha stilato una lista di 10 alimenti che dopo la scadenza si possono comunque consumare, rilevando che tutto sta nella corretta lettura del termine “preferibilmente”. “Le persone stanno cambiando le loro abitudini. I soldi hanno un valore e la gente comincia a capirlo”, ha detto Cluderlay.

Gli alimenti che si possono consumare sono di vario tipo, dalle patatine, in quanto la grande quantità di sale presente fa sì che si conservino a lungo, al cioccolato, la cui conservazione è garantita dal tanto zucchero, passando per il ketchup, che si mantiene se tenuto in un luogo fresco e asciutto o in frigorifero. Anche lo yogurt può durare fino a sei settimane oltre la data di scadenza, stesso discorso per i formaggi a pasta dura o stagionati: se su questi prodotti appare della muffa, basta rimuoverla.

Nessuna preoccupazione anche per il latte, a meno che non emani un cattivo odore o cominci a rapprendersi. Attenzione alla muffa su pane, frutta e verdura, che comunque sono alimenti che possono durare a lungo, mentre il riso può durare mesi o addirittura anni oltre la data di scadenza. Infine le uova: il trucco per scoprire se possono essere consumate è vecchio; bisogna immergerle in un bicchiere d’acqua, se vanno a fondo sono ancora buone da mangiare.

GM