Resta incinta a 45 anni grazie a 500 sanguisughe

Nina Evans (foto dal web)
Nina Evans (foto dal web)

I dottori  le avevano detto che non avrebbe più potuto avere figli a 45 anni. Lei però non si è persa d’animo e con un metodo alternativo è rimasta incinta.

Ora Nina Evans ha 50 anni e  dopo il primogenito, desiderava un altro pargolo, e dopo 5 anni di tentativi andati a vuoto, i medici, dopo una serie di analisi, le hanno diagnosticato miomi multipli all’interno del suo utero. Secondo i dottori, Nina non avrebbe più potuto avere figli sia per l’età che per i tumori benigni.

La donna allora ha tentato il tutto per tutto e ha messo in pratica una tecnica casalinga.  Lituania d’origine, ha usato una cura che nel suo Paese è ancora molto in voga: utilizzare  le sanguisughe per guarire dalle malattie. Nina,  si è inserita nella vagina 500 sanguisughe per purificare il suo utero. Questi animaletti, oltre a far scomparire i miomi, le hanno prolungato gli orgasmi durante i rapporti sessuali con il marito. La donna ha vissuto per otto mesi con le sanguisughe addosso perché erano terapeutiche.

“I benefici si sono vista già dopo un mese, avevo più energia grazie alle sanguisughe che succhiavano il sangue malato sul mio collo dell’utero” – ha raccontato al  Nina. Un giorno si è accorta di avere un ritardo, ha fatto il test ed ha scoperto di aspettare un bambino.  Le sanguisughe dunque avevano fatto il loro dovere e la donna non è ha potuto più farne a meno. e anche durante il parto gli animaletti le strisciavano sulla schiena perché le riducevano il dolore.

MD