Mattinata da incubo per un anziano commerciante

Pio Tullio (foto dal web)
Pio Tullio (foto dal web)

Minuti di paura per l’anziano titolare di un negozio di mobili che sorge lungo viale Tricesimo, il mobilificio “Tullio”, nel territorio del comune di Tricesimo, in provincia di Udine, che l’altra mattina è stato aggredito da malvivente, nascosto dietro un insospettabile cliente di circa 55-60 anni, che aveva un bastone e si fingeva claudicante. “Sarei interessato all’acquisto di un divano”, la richiesta dell’uomo, che nel giro di breve tempo si è trasformato nell’aggressore di Pio Tullio, 88 anni compiuti 24 ore prima dell’accaduto.

Quel bastone, secondo il racconto del fondatore del mobilificio, nato quasi sessant’anni fa, è servito all’uomo per aggredirlo, riducendolo a una maschera di sangue. Pio Tullio aveva da poco superato alcuni problemi di salute, ma dopo questa esperienza avrà difficoltà a riprendersi. L’anziano, che per una decina di minuti avrebbe anche perso i sensi, è stato accompagnato in ospedale dove è stato curato per varie contusioni e per un trauma cranico.

Appena una settimana prima, nello stesso comune friulano, era avvenuto un colpo simile: in quell’occasione, il cliente col bastone, vestito con abiti scuri e molto alto, aveva preso di mira il punto vendita di biancheria per la casa Bassetti di via Aquileia. E aveva agito nello stesso identico modo: prima aveva finto interesse all’acquisto di alcune trapunte, poi aveva improvvisamente alzato il bastone e le mani contro il titolare del punto vendita, spinto in uno sgabuzzino e chiuso dentro, mentre questi agiva indisturbato nel negozio.

GM