Ti svegli già stanco? Ecco 6 cosa da evitare

Ti svegli già stanco? fonte websource
Ti svegli già stanco? fonte websource

E’ capitato a tutti almeno una volta di svegliarsi stanco nonostante una bella notte di sonno riposante. Se la spossatezza diventa uno standard dei vostri risvegli è bene fare una capatina dal medico perchè può essere un campanello di allarme per patologie serie. Se si tratta invece di episodi sporadici, ecco sei cattive abitudini da evitare per preservare il vostro riposo.

1) Uso di caffeina e altre bevande stimolanti: una carica mattutina per affrontare la giornata o un sorso dopo pranzo per combattere la sonnolenza a lavoro: l’uso di una bevanda stimolante per sopperire alla stanchezza non è una buona strategia a lungo-termine.

2) Ambiente e abitudini che non favoriscono il sonno: L’ambiente in cui si riposa dovrebbe essere libero da ogni disturbo fisico. Spegnete l’aeratore, la televisione o qualunque apparecchio che crei un rumore di sottofondo e assicuratevi di avere letto e cuscino adatti alla vostra corporatura. Tra le pessime abitudini, invece, la più diffusa è sicuramente l’uso, prima di dormire, di apparecchiature elettroniche con schermo luminoso. E’ noto l’effetto che la cosiddetta luce blu ha sul sonno.

3) Una dieta sregolata: E’ abbastanza intuitivo che un regime alimentare sregolato o una dieta povera ci privino del ‘carburante’ per affrontare una giornata. In realtà c’è molto di più: un regime alimentare equilibrato aiuta a mantenere costanti i livelli di zuccheri nel sangue e a evitare il crollo fisico quando questi livelli si abbassano.

4) Carenza di ferro: Uno degli effetti di un regime alimentare sregolato è la carenza di ferro. Il ferro è un elemento chiave nella trasmissione dell’ossigeno a organi e tessuti, che, senza la giusta razione, non raggiungono i livelli giusti per funzionare e mantenerci attivi.

5) Un’intolleranza alimentare: le intolleranze alimentari possono comparire anche da adulti. Non sono allergie, il corpo non sta rifiutando un particolare cibo, semplicemente trova troppo difficile digerirlo e metabolizzarne le sostanze. Uno degli effetti di questa difficoltà è, appunto, la spossatezza.

6) Uso di antidepressivi: l’uso di antidepressivi genera temporanei disturbi fisici, che dovrebbero affievolirsi col tempo. Sfortunatamente, il senso di spossatezza è spesso associato con l’inizio di un trattamento a base di antidepressivi.

LC