Veronica Panarello: altri dettagli scioccanti su Andrea Stival

Andrea Stival e Veronica Panarello (foto dal web)
Andrea Stival e Veronica Panarello (foto dal web)

Veronica Panarello, la mamma del povero Loris Stival, continua ad accusare il nonno Andrea dell’omicidio e lo fa nonostante la sua voce stia perdendo man mano che le indagini avanzano credibilità. Infatti da un lato alcune indiscrezioni sostengono che la donna sia stata riconosciuta perfettamente in grado di intendere e di volere, ma dall’altro gli inquirenti pare non abbiano trovato nemmeno una prova a carico dell’uomo da lei accusato di essere suo amante e l’assassino di suo figlio. Ciò nonostante lei continua i suoi racconti durante gli interrogatori facendo rivelazioni sul rapporto tra lei e Andrea e tra quest’ultimo e il nipote: “Verso la metà di agosto, incominciai a cedere alle lusinghe di mio suocero perché mi sentivo gratificata dai suoi complimenti che, invece, non ricevevo da mio marito a causa del suo carattere poco espansivo”. La Panarello ha poi raccontato particolari del loro incontro sessuale durante il quale Loris avrebbe visto la madre ed il nonno paterno abbracciati e nudi in cucina, nel bel mezzo di un rapporto sessuale aggiungendo: “Il giovedì successivo, cioè il 20 novembre, Loris rientrò in casa dalla palestra dicendomi che era stato il nonno ad accompagnarlo e che nella circostanza gli aveva fatto delle domande strane”. Una circostanza tutta da verificare che secondo Veronica sarebbe la dimostrazione del fatto che il nonno volesse risolvere in prima persona la situazione.

F.B.

Leggi anche:

Omicidio Stival, la perizia psichiatrica inguaia la mamma di Loris

Stival, la Panarello rischia: dove sono le prove contro il nonno?