Regala un cagnolino alla bimba, poi l’incredibile tragedia

Manuela Messori con la sua bimba (facebook)
Manuela Messori con la sua bimba (facebook)

Tragedia sulla Tangenziale nord Pasternak di Modena. Si sa che l’amore per il proprio cane possa portare le persone a compiere gesti fuori da ogni logica, ai limiti se non oltre la follia. E’ quello che è accaduto ad una donna di 30 anni che nel tentativo di recuperare il suo cane in fuga si è avventurata a piedi in tangenziale ed ha perso la vita dopo essere stata investita da un’auto.

Lei si chiamava Manuela Messori e quel piccolo cagnolino lo aveva prelevato due ore prima della tragedia al canile. Era il suo regalo per la figlia. E proprio dalle braccia della bimba l’animale era scappato dirigendosi pericolosamente verso la tangenziale. La giovane mamma, offuscata dalla paura che si facesse male o finisse sotto un’auto, forse non si era resa conto del pericolo al quale lei stessa andava incontro. Così, in circostanze ancora da chiarire del tutto, all’altezza dello svincolo per il casello di Modena Nord dell’autostrada la donna è stata investita da una Renault Coupè condotta da un 35enne ancora in stato di choc per l’accaduto. Un impatto tremendo, che ha sbalzato la vittima a metri di distanza dall’urto, facendola rovinare a terra. Sul posto sono subito intervenuti i sanitari del 118 e la donna, in gravissime condizioni, è stata rianimata per più di due ore e poi ricoverata d’urgenza all’Ospedale di Baggiovara. Purtroppo però le ferite riportate nello schianto si sono rivelate troppo profonde e per lei non c’è stato nulla da fare.