La mamma antivaccini ora lancia un appello… (VIDEO)

Cormit Avital e la piccola Eva (Youtube)
Cormit Avital e la piccola Eva (Youtube)

Si era rifiutata di sottoporsi alla vaccinazione contro la pertosse durante la gravidanza, Cormit Avital, convinta che mai l’avrebbe contratta e che si trattava di una misura di prevenzione sanitaria inutile. Qualcosa però è andata per il verso sbagliato: la mamma ha contratto la malattia poco prima del parto e l’ha trasmessa alla figlia Eva, che per questo motivo ha dovuto trascorrere un mese in terapia intensiva neonatale. Per tale ragione, la neomamma, che vive in Australia, ha registrato un video-messaggio per lanciare un appello alle vaccinazioni e raccontare la propria esperienza da “incubo”.

Ha detto Cormit Avital nel video pubblicato dalla Gold Coast Health, l’autorità sanitaria regionale australiana: “Se potessi tornare indietro nel tempo sceglierei di proteggere me stessa”. La piccola ha contratto la pertosse due settimane dopo la mamma, la quale ha raccontato di “manifestazioni spaventose, da film horror: tosse fortissima, fino al punto che il suo viso è diventato blu e non riusciva a respirare. Per un momento ho pensato che fosse morta nelle mie braccia”. Invece, la vicenda si è risolta positivamente e la piccola Eva sta per lasciare l’ospedale.

GUARDA VIDEO

GM