Cuoco prepara il cibo nel ristorante a mani nude: le autorità fanno una scoperta disgustosa

prepara il cibo nel ristorante a mani nude fonte Mirror
prepara il cibo nel ristorante a mani nude fonte Mirror

Preparava il cibo nel suo ristorante a mani nude; una prativa poco igienica ma purtroppo molto diffusa nelle cucine di mezzo mondo. A rendere veramente disgustoso però il comportamento di Mahbub Chowdhury, cuoco di 46 anni di origini indiane, quello che aveva fatto prima (o è il caso di dire, ‘non aveva fatto) prima di mettersi tra i fornelli: era andato in bagno a defecare e non si è lavato le mani. Il risultato? Il 46enne avrebbe lasciato delle “impronte marroni” nella cucina del suo ristorante Yeahya Flavour of Asia, di Swindon.

I ‘segni’ in questione sarebbero state feci. Il cuoco infatti si sarebbe pulito a mani nude dopo essere andato in bagno, senza poi lavarsi. Gli ispettori d’igiene hanno scoperto la disgustosa abitudine dell’uomo e hanno chiuso il locale. Naturalmente è scattata anche una denunccia. Mahbub ha confessato di avere questa abitudine per motivi culturali e si è dichiarato colpevole nei confronti di almeno dieci diversi capi di imputazioni riguardanti tutti la violazione delle norme igienico sanitarie.

Il procuratore ha poi descritto in sede di processo le norme (non) igieniche a dir poco raccapriccianti: “In cucina sotto il lavandino è stata trovata una bottiglia di latte di plastica vuota estremamente sporco e coperto di impronte digitali marroni. Quando gli è stato chiesto a cosa servisse, ha risposto che semplicemente gli serviva per pulirsi il sedere, non potendo usare la carta igienica per motivi culturali. Così gli ispettori hanno concluso che quelle impronte digitali erano materia fecale“.

LC