Rapisce e abbandona in auto una bimba di nove mesi

Lieghraughnzo Benally e la piccola Ariana (websource)
Lieghraughnzo Benally e la piccola Ariana (websource)

Ariana Smith, 9 mesi, è viva per miracolo grazie alla segnalazione di alcuni passanti alla polizia di Albuquerque, negli Stati Uniti, che la stavano cercando da ore, dopo la denuncia di scomparsa da parte della madre della bimba, Karen Arviso, 23 anni. La piccola è stata rinvenuta con indosso un pannolino all’interno di un Suv, sola, abbandonata, disidratata. L’auto apparterrebbe al fidanzato della madre, Lieghraughnzo Benally, che avrebbe avuto una discussione con la donna, dettata dalla gelosia.

I due si erano conosciuti appena una decina di giorni prima su un bus, quindi avevano iniziato a frequentarsi, ma da subito il giovane si era dimostrato eccessivamente geloso, poi qualche giorno fa aveva rapito la bambina e a quel punto era scattata una gigantesca caccia all’uomo. Ha raccontato Cathie Offret, la poliziotta che salvato la piccola: “Mi sono spaventata. Ho pensato che stesse per morire”. La bimba sarebbe stata rapita mentre la madre e il compagno erano impegnati a bere insieme ad altre persone.

Lieghraughnzo Benally, che ha tentato di scappare a piedi, è stato arrestato per sequestro di persona, ma nei guai è finita anche la mamma della piccola Ariana, accusata di abusi su minore.

GM