Stilista si ribalta sulla “curva della morte”

Giuseppe Filloramo (Facebook)
Giuseppe Filloramo (Facebook)

Ancora un drammatico incidente sulla semicurva maledetta di via Serra, tra Monsano e San Marcello, in provincia di Ancona: a farne le spese è stato lo stilista Giuseppe Filloramo. I fatti risalgono allo scorso 8 aprile verso le 10, quando il giovane uomo, alla guida della sua Toyota Yaris, mentre stava per raggiungere l’amico e collega Marco Zingaretti, ha capottato tre volte, a causa dell’asfalto viscido. Lo stilista è stato soccorso da uno sconosciuto a bordo di un Fiorino bianco e dallo stesso Zingaretti.

Ha spiegato Giuseppe Filloramo: “Sono vivo, in un incidente analogo a quello che è costato la vita ad un mio coetaneo. Ringrazio di cuore quel signore che mi ha estratto dall’abitacolo, spero mi contatti per potergli stringere la mano. E ringrazio Marco, che ancora una volta si è dimostrato un amico”. Il riferimento dello stilista è al dramma di Graziano Tiberi, operaio di 35 anni, che era alla guida della sua Peugeot 306, quando all’altezza della stessa curva è stato vittima di un incidente mortale, lo scorso 31 marzo.

La sua auto s’è scontrata frontalmente con una Bmw X3 bianco, guidata da ristoratore Rossano Ciattaglia, 46 anni. L’impatto è stato terribile e il Suv è finito nel campo adiacente alla carreggiata, scivolando per 300 metri fra ulivi e vigneti. A chiamare i soccorsi, alcuni residenti della zona, spaventati dal rumore sordo causato dalla violenza dell’impatto.

Le news di oggi in meno di 3 minuti

GM