Un lavoro da 4mila euro al mese: ecco quelli che non possono fare domanda

Lavoro in Canton Ticino fonte websource
Lavoro in Canton Ticino fonte websource

A.A.A. Cercasi sagrestano. Un posto a dir poco ghiotto visto che la retribuzione è di 3800 euro netti al mese. Dove? Nella cattedrale di San Lorenzo a Lugano, Canton Ticino. Unica postilla dell’invitante annuncio: astenersi italiani.

“Siamo sommersi da mail e chiamate dall’Italia” spiega il parroco don Aldo Aliverti ma ogni sforza è vano il posto è riservato a soli svizzeri. O comunque residenti. Vietati, dunque, anche i frontalieri, cioè gli italiani che ogni giorno transitano in frontiera per andare a lavorare in Svizzera.

Nessun pregiudizio xenofobo, assicurano dalla diocesi: “È una questione di praticità”, spiega il parroco ad un noto quotidiano nazionale. Il bando comparso nei giorni scorsi sulle bacheche parrocchiali dice: ‘Cercasi un/a segrestano/a a tempo pieno, preferibilmente cattolico/a di confessione, ma non per forza’. Salario mensile di tutto rispetto: 4200 franchi (3800 euro, appunto), una somma «conforme agli standard in vigore nel nostro Cantone” precisa don Aliverti. Nessun pregiudizio xenofobo, assicurano dalla parrocchia luganese: “È una questione di praticità qualora non si dovesse trovare proprio nessuno in loco…vedremo…Lo stipendio è buono ma il lavoro è comunque difficile: specie per la disponibilità nei giorni festivi. Non è da tutti. Proprio per questo si è deciso di pubblicare il concorso”.
LC

Il tg del giorno in meno di tre minuti – VIDEO