Nuova legge sul matrimonio: tradire costerà caro

(Pixabay/archivio)
(Pixabay/archivio)

Attenzione. Tutti coloro che seppur sposati tradiscono la moglie o il marito con altre persone da oggi rischiano ancora di più qualora dovessero finire davanti ad un giudice per il divorzio. Infatti l’articolo 143 del codice civile, che prevede l’obbligo di fedeltà per i coniugi, è stato definitivamente modificato. Ora il coniuge che tradisce dovrà risarcire il partner con una cifra che va dai 20 ai 100 mila euro. La somma esatta dipenderà dal fatto che la colpa sia reiterata o meno, e sarà ovviamente legata anche alla durata del tradimento stesso. Inoltre punto fermo è che il coniuge tradito dovrà dimostrare al di là di ogni ragionevole dubbio e con prove certe l’avvenuto tradimento. Dunque in pratica l’articolo 143 che finora ha avuto solo un significato “formale”, adesso diventerà un vero e proprio vincolo di legge e chi subirà il torto del tradimento avrà diritto a un lauto risarcimento.

F.B.