“Regalo” di Equitalia: niente cartelle a Ferragosto

Equitalia e l'ad Ruffini (foto dal web)
Equitalia e l’ad Ruffini (foto dal web)

Nel periodo di Ferragosto sarà sospesa da parte di Equitalia la notifica degli atti di riscossione “come segno di attenzione verso i cittadini”. Ad annunciarlo, l’amministratore delegato della società incaricata della riscossione dei tributi, Ernesto Maria Ruffini durante un suo intervento in commissione Finanze alla Camera, spiegando che la tregua vuole essere un gesto “volto a favorire un clima di fiducia” tra i cittadini. L’audizione riguardava le tematiche connesse all’attività di riscossione coattiva.

Ruffini ha anticipato che presto verrà elaborato da parte di Equitalia un nuovo modello di cartella esattoriale comprensibile a tutti, senza bisogno di un commercialista per leggerla, in quanto il contribuente “ha il diritto di sapere perché qualcuno citofona un giorno a casa sua e gli dice: mi devi dare X”. Peraltro “il 53% ha debiti” con l’erario “fra 0 e 1.000 euro e solo il 3,7% ha debiti sopra i 100mila euro”. L’ad di Equitalia rileva inoltre: “A fronte di 5,4 milioni di debiti rateizzati non sono stati pagati 2 milioni”.

Si palesa la necessità di “affrontare il problema e di avviare una riforma di tale sistema senza rinviare ancora la soluzione”, dice Ruffini, poiché “finora Equitalia ha avuto solo un ruolo di mera supplenza in attesa che i Comuni si organizzino”. Il risultato attuale è un sistema di riscossione dei tributi che a livello locale risulta “frammentato, privo di un modello organizzativo valevole su scala nazionale”, ha concluso l’ad di Equitalia.

Il tg del giorno in meno di tre minuti

GM