Una folla commossa per l’ultimo addio a Romina

Romina Ricci (Facebook)
Romina Ricci (Facebook)

In centinaia hanno partecipato nel pomeriggio di ieri ai funerali di Romina Ricci, moglie di Maurizio Palladini, fratello dell’allenatore della Sambenedettese, protagonista della entusiasmante promozione in Lega Pro, e tecnico del settore giovanile. La donna, 41 anni, è stata uccisa da un infarto nella notte tra martedì e mercoledì, a Monteprandone, nell’ascolano, mentre si trovava nella sua abitazione, dove sono intervenute due ambulanze e il personale medico-sanitario a bordo dei mezzi di emergenza ha cercato di rianimare inutilmente Romina Ricci.

Alle esequie, nella chiesa di San Niccolò, hanno partecipato, in divisa, sia le squadre giovanili della Samb, allenate da Maurizio Palladini, oltre a una rappresentanza delle giovanili del Pescara, dove gioca il figlio della donna. Presente anche la prima squadra della Sambenedettese accompagnata dal team manager Daniele Diomede e dal consulente Simone Perotti. Poi ancora il sindaco Stefano Stracci, l’ex sindaco Bruno Menzietti e l’ex vice ministro Pietro Colonnella.

Dall’altare, l’omaggio finale a Romina Ricci è stato reso dal cognato e allenatore della Sambenedettese, Ottavio Palladini, che ha voluto ringraziare a nome del fratello e dei due figli della donna tutti i presenti intervenuti per il commosso addio. Toccanti anche le parole del parroco durante l’omelia: “Siamo tutti pieni di dolore e vorremmo urlare a squarciagola chiedendo il perché di questa prematura scomparsa. Ma nel dolore vedo tanto amore”.

Il tg del giorno in meno di tre minuti

GM