Incinta a 13 anni: è polemica

La nonna, 31 anni, la madre, 14 anni e la neonata (The Scottish Sun)
La nonna, 31 anni, la madre, 14 anni e la neonata (The Scottish Sun)

Rimanere incinta a 13 anni non può essere un evento normale. A quell’età si è ancora bambini, senza dubbio in fase di crescita, ma pur sempre con uno sviluppo psicofisico ancora tutto da definire. Sta suscitando parecchie polemiche la storia di Jaymee Starr, oggi 15enne, che rimase incinta ancora tredicenne e partorì a 14 anni. La ragazza, madre di una bimba di nome Harleigh, ha reso sua madre la nonna più giovane del Regno Unito con i suoi 31 anni. E nonostante le polemiche oggi, a distanza di qualche mese, difende la sua scelta: “Quando ho visto il test di gravidanza positivo ero scioccata, volevo continuare ad andare a scuola, desideravo diventare una donna di successo. Era stato un incidente ma mia mamma mi ha fatto capire che posso realizzare ancora i miei sogni”. Tra l’altro nello stesso periodo sua madre era rimasta incinta del sesto figlio. Jaymee ne parla così: “Le persone vedevano che entrambe aspettavamo un bambino e ci scambiavano per sorelle. Sono orgogliosa di essere diventata mamma così giovane”. La sua è tra l’altro una storia piuttosto comune in famiglia. Infatti sua madre ha avuto proprio lei in giovanissima età a 16 anni. Proprio per questo motivo ha saputo trovare le parole giuste per dare forza a sua figlia e farle capire che nonostante non fosse una gravidanza attesa la vita sarebbe andata avanti comunque e sarebbe potuta essere ancora più bella di prima.

F.B.