Fa sesso per la prima volta a 27 anni: ecco perché

Joanna Giannoulis (Facebook)
Joanna Giannouli (Facebook)

La sua non era una scelta etica né una decisione di castità dovuta ad altri motivi. La giovane ragazza greca Joanna Giannouli non poteva avere rapporti sessuali perché era affetta dalla sindrome di Rokitansky, un disturbo che colpisce una donna su 5.000, una malformazione che impedisce al corpo di sviluppare la parte interna dei genitali. Joanna scoprì che qualcosa non andava in lei intorno ai 14 anni quando si rese conto di avere tutti i sintomi delle sue coetanee appena entrate nell’adolescenza, ma senza la presenza delle mestruazioni. A quel punto fece una visita ginecologica dalla quale arrivò l’amaro esito: la ragazza non potrà avere figli e i rapporti sessuali saranno molto dolorosi. Senza contare il tracollo psicologico subito da Joanna che non poteva credere di essere colpita da un problema così grave e così raro. Joanna nel tempo si è poi sottoposta ad un’operazione di ricostruzione dell’organo digitale e ora si racconta: “Non ho potuto avere una relazione stabile per molti anni. E’ stato estenuante. La malattia mi ha rubato la felicità e mi ha lasciato solo rabbia e vergogna”. Oggi è più serena, ha un rapporto stabile, ma le resta il grande cruccio di non poter avere figli. Un dolore forse ancora più atroce rispetto alle sofferenze fisiche che ha dovuto patire.

F.B.