“Era ferito stava tentando di uscire dal finestrino…”

I ragazzi vittime dell’incidente (Websource)

 

La scena che si è presentata ai soccorritori la scorsa notte dopo l’incidente a Caravaggio, in provincia di Bergamo. è stata drammatica. Uno di loro Alessandro Surace, diciottenne, è morto sul colpo. L’amico al suo fiano è l’unico sopravvissuto ma è al momento dell’impatto si trovavano sul  sedile posteriore. Uno dei due giovani, benché ferito in modo serio, è uscito con le proprie gambe dalla Panda distrutta, per poi cadere a terra. In un primo momento si era parlato di due ragazzi che erano riusciti ad allontanarsi dall’auto con le proprie gambe. L’amico gravemente ferito ha invece tentato di uscire dal finestrino, ma i soccorritori gli hanno detto di stare fermo e aspettare che fossero loro a liberarlo: estratto, è morto. I soccorritori hanno tentato di praticargli il massaggio cardiaco. Il momento più drammatico è stato all’arrivo dei famigliari dei ragazzi. I primi a giungere  sono stati il padre e la madre di Alessandro Surace. La mamma si è sentita male e il 118 l’ha dovuta soccorrere, così come è accaduto al papà di un’altra delle vittime che, arrivato sul posto,  è svenuto.