La mamma di Freddy Sorgato: “Cercassero pure Isabella…”

Freddy Sorgato
Freddy Sorgato

Continuano a non dare alcun esito le ricerche del cadavere di Isabella Noventa, la 55enne segretaria di Albignasego, scomparsa da Padova a metà gennaio, per il cui delitto sono indagati Freddy Sorgato, sua sorella Debora e Manuela Cacco, attuale fidanzata del ballerino, fermati e tratti in arresto con l’accusa di omicidio premeditato in concorso. Nei giorni scorsi, una lettera anonima recapitata all’avvocato Gian Mario Balduin, difensore della famiglia Noventa, sosteneva che il corpo della donna potrebbe essere stato buttato nelle acque del lago di Padova, quello che si è creato nel cantiere a Padova Est, sotto il cavalcavia Darwin, a pochissima distanza dalla casa dove vive Freddy Sorgato.

Proprio il fatto che il lago si trova nei pressi della discoteca frequentata da Freddy Sorgato faceva apparire credibile la lettera anonima. Inoltre, da giorni, si stanno effettuando sopralluoghi mirati e gli investigatori avrebbero eseguito un accurato controllo in un deposito della Q8, che si trova non distante dal Relax, il locale da ballo frequentato da Sorgato e dalla tabaccaia di Camponagara, e dove i due peraltro si recarono anche la notte del 15 gennaio scorso. Per ora, però, non ci sarebbe alcuna novità, se non il fatto che gli esami affidati alla biologa Luciana Caenazzo hanno escluso la presenza di tracce di dna riconducibili a Isabella Noventa nei campioni di materiale biologico rinvenuti nella cucina dell’abitazione di Freddy Sorgato.

Inoltre, secondo quanto riporta il settimanale ‘Giallo’, che ha raccolto la confidenza di una donna, amica di Dolores Rossi, madre di Freddy Sorgato, la signora avrebbe spiegato in una conversazione telefonica: “”Sai, hanno cercato Isabella nel pozzo, ma non hanno trovato niente! Cercassero, guardassero pure dove vogliono, tanto…”. Alle parole sarebbe seguita una risata “raggelante”, tant’è che Dolores Rossi sarebbe stata ascoltata dagli inquirenti come persone informata dei fatti, sostenendo però di non sapere nulla dell’omicidio.

GM