Svolta nel caso Noventa: “Non è mai arrivata nella villa di Freddy”

Isabella Noventa e Freddy Sorgato (foto dal web)
Isabella Noventa e Freddy Sorgato (foto dal web)

Clamorosa svolta nell’indagine sul caso di Isabella Noventa, la 55enne segretaria di Albignasego, scomparsa da Padova a metà gennaio, per il cui delitto sono indagati Freddy Sorgato, sua sorella Debora e Manuela Cacco, tutti agli arresti con l’accusa di omicidio premeditato in concorso. Mentre il corpo della donna continua a non trovarsi nonostante rivelazioni e segnalazioni anonime apparentemente credibili, arriva un’importante svolta che però non contribuisce a fare chiarezza sulla vicenda, ma caso mai la complica ulteriormente. Infatti in base alle analisi svolte dalla biologa Luciana Caenazzo dell’Istituto di medicina legale dell’Università di Padova, Isabella Noventa non avrebbe mai messo piede nella villetta di Freddy Sorgato, il luogo in cui finora si pensava che fosse stata uccisa. Non sono state dunque trovate né tracce di sangue né di altro tipo che potessero essere in qualche modo ricondotte alla vittima. Non c’era nulla, nemmeno un capello della donna che Freddy ha dichiarato di avere ucciso soffocandola durante un gioco erotico. Perdono così credibilità anche le rivelazioni fatte da Manuela Cacco secondo la quale Debora Sorgato avrebbe ucciso Isabella nella cucina di Freddy sfondandole il cranio con un martello da muratore. Un’azione che non avrebbe senza alcun dubbio potuto non lasciare la minima traccia di sangue.

F.B.