Adolescente si sveglia per fare colazione, poi il dramma

Ludovica Recanatini (Facebook)
Ludovica Recanatini (Facebook)

Un malore improvviso, subito dopo aver fatto colazione in compagnia dei familiari, ha stroncato la vita di Ludovica Recanatini, 17enne di Ancona, deceduta ieri mattina nella sua abitazione al Passetto, a due passi dall’ospedale pediatrico Salesi e dalla pineta. L’adolescente, che avrebbe compiuto 18 anni a novembre, era appena rientrata nella sua stanza da letto. Immediata la chiamata ai soccorsi, ma tutti i tentativi rianimatori messi in pratica dai sanitari del 118 e della Croce Rossa, arrivati dopo pochi minuti nell’appartamento di via Monfalcone, si sono rivelati inutili.

A quanto si apprende, infatti, l’arresto cardiaco è stato fulminante e Ludovica Recanatini, che lascia i genitori e un fratello maggiore di 33 anni, allenatore di basket, è morta praticamente sul colpo. I genitori hanno chiesto che non fosse svolta l’autopsia sul corpo della figlia, peraltro le stesse forze dell’ordine hanno escluso qualsiasi tipo di elemento che potesse far supporre che la morte della giovane sia stata causata da fattori esterni o da volontà suicide. Incessanti e numerosi i messaggi di cordoglio per la famiglia, mentre il padre ha sottolineato, seppur nello sconforto per l’accaduto: “Io ho passato una vita in ospedale, lavoravo in un reparto di radiologia e casi così ne vedevo tutti i giorni. Era una ragazza tranquillissima, non una di quelle che usciva tutte le sere per andare in discoteca. Purtroppo quando queste cose capitano ai giovani c’è poco da fare”.

GM