Uccide i 5 figli, ecco chi poteva evitare la strage

La famiglia apparentemente felice prima che l'uomo facesse la strage (Youtube)
La famiglia apparentemente felice prima che l’uomo facesse la strage (Youtube)

I suoi cinque figli sono stati barbaramente uccisi dal marito che dopo aver compiuto la tremenda strage chiuse i corpicini in sacchi neri e li gettò in una zona di campagna. Adesso Amber Jones, ex moglie del killer Timothy Jones e madre delle cinque piccole vittime uccise nel 2014, lancia pesantissime accuse contro chi, secondo lei, poteva fare qualcosa per evitare l’eccidio. La donna ha sporto denuncia contro i servizi sociali di Lexington County accusandoli di non essere mai intervenuti per salvare i figli, nonostante lei avesse fatto diverse segnalazioni sulla condotta e sulla pericolosità dell’uomo. Le sue denunce si erano particolarmente concentrate su svariate minacce di morte che il marito aveva pronunciato sia nei suoi confronti sia nei confronti dei bambini. Allarmi continui che la donna lanciava e che nessuno ascoltava.

Nel frattempo per l’uomo che ha ucciso i figli Merah, 8 anni, Elias, 7, Nahtahn, 6, Gabriel, 2, e Elaine, 1 il tribunale non ha ancora deciso in merito alla sua presunta infermità mentale al momento della strage. Una variabile che potrebbe salvarlo dalla pena di morte destinandolo ad un ospedale psichiatrico.

F.B.