Bimbo di 6 anni chiama i Carabinieri: “Papà sta uccidendo la mamma…”

(Websource/archivio)

Un eroe suo malgrado: un bambino di soli 6 anni ieri sera ha salvato la propria mamma chiamando il 112 e chiedendo aiuto. Il padre  stava picchiando la madre con tale violenza che il piccolo ha temuto il peggio. “Papà sta ammazzando mamma, venite!” ha riferito il piccolo. Il dramma si stava consumando in un appartamento di via Oderisi da Gubbio. I Carabinieri della Stazione Roma Porta Portese sono intervenuti e sono riusciti  a mettere in salvo la donna e il bambino.  Il padre è risultato essere un cittadino egiziano di 40 anni, incensurato, che lavora come pizzaiolo. La vittima, una donna di 32enne, è anche lei di origini egiziane ma nata a Roma. L’uomo accusava la donna di avergli disobbedito, prelevando al bancomat più soldi di quanto concordato. Ne è scaturita una lite dai toni sempre più accesi davanti agli occhi del bambino il quale, con ogni probabilità già sapeva come sarebbe andata a finire e si preparava al peggio.  La donna, ha raccontato il piccolo successivamente, è stata afferrata per il collo al punto di soffocare e colpita, prima e dopo, con calci e pugni. Il bimbo è rimasto inorridito ma non paralizzato e ha dato l’allarme. Ma per il piccolo c’è stato un ulteriore prezzo da pagare. Il padre infatti lo ha scoperto mentre chiedeva aiuto e prima che arrivassero i Carabinieri ha percosso anche lui. Ai militari dell’Arma la donna ha riferito che violenze simili sono da più di un anno il pane quotidiano in casa, e di non aver mai denunciato il marito per timore di ritorsioni. Madre e figlio sono stati soccorsi trasportati presso l’ospedale «Fatebenefratelli» e medicati per le numerose contusioni ed ecchimosi riportate. L’uomo è stato arrestato dai Carabinieri ed associato presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sarà chiamato a rispondere di maltrattamenti in famiglia.