Usate lo smartphone mentre guidate? Arriva Textalyzer: ecco cosa rischiate

    Selfie al volante?Arriva Textalyzer fonte websource
    Selfie al volante?Arriva Textalyzer fonte websource

    L’uso del cellulare in auto non è soltanto una pessima abitudine , ma è la principale causa dell’incremento di incidenti gravi in Italia e nel mondo.
    Diverse ricerche in Usa hanno confermato che gli autisti con il telefonino in mano sono più pericolosi di chi alza il gomito. E non solo quando parlano ma sopratutto quando inviano sms ed email o navigano tranquillamente su internet.

    Nonostante in Italia i trasgressori siano punibili con una sanzione da 161 a 646 euro, oltre alla decurtazione di 5 punti dalla patente la piaga degli autisti dipendenti dallo smartphone sembrano non diminuire.

    Per contrastare questo pericolosissimo fenomeno dagli Usa sta arrivando un nuovo dispositivo hi-tech Textalyzer, che misurerà il tasso messaggistico dei conducenti distratti.
    In caso di incidente, il poliziotto potrà chiedere la consegna del telefonino e utilizzare il Textalyzer per entrare nel sistema operativo e verificare le attività più recenti. Lo strumento è in grado, infatti, di determinare quando l’autista ha utilizzato il cellulare per inviare dei testi, email o altro. Il rifiuto di consegnare il prezioso strumento social, sempre che la legge venga approvata visto che viola alcune regole sulla privacy, prevede il ritiro immediato della patente.
    Per il momento, questo strumento sembra destinato a rimanere dall’altra parte dell’oceano. Chissà che un domani non sbarchi anche in Italia.

    LC

    Il tg del giorno in meno di tre minuti