Morte Fortuna, Corrado Augias: “La bimba vestiva come una 18enne”

Corrado Augias (foto dal web)
Corrado Augias (foto dal web)

Commentando il caso della piccola Fortuna Loffredo, morta al Parco Verde di Caivano il 24 giugno 2014, per il cui delitto è finito in carcere Raimondo Caputo, il giornalista Corrado Augias, ospite di ‘DiMartedì, ha voluto denunciare lo squallido scenario emerso in queste ore all’interno di quello che è stato già ribattezzato ‘il condominio degli orrori’. Le parole del noto giornalista e scrittore, tra i primi a occuparsi proprio di morti misteriose in televisione, con ‘Telefono Giallo’, hanno però generato molte polemiche.

Corrado Augias, nel corso dell’intervista, è infatti arrivato ad affermare: “In questa foto che questa povera madre mostra mi ha fatto impressione il contrasto che c’è tra lo sfondo e questa bambina che aveva 5-6 anni… la guardi bene… guardi com’è atteggiata, e com’era pettinata, e come sono i boccoli che cadono… Questa è una bambina che a 5-6 anni si atteggia come se ne avesse 16-18. Questo stridore mi fa capire che anche lì si erano un po’ persi i punti di riferimento”.

Le sue parole hanno immediatamente generato molte polemiche sui social network e in particolare su Twitter, dove un utente ha commentato: “Augias contro i boccoli della bambina, che schifo, per favore non chiamatelo più”. Ancora più critico un altro cinguettio social: “Spero che Augias non volesse intendere che l’atteggiamento della bimba abbia provocato il suo assassino, no, vero?”.

GM