Bruzzone: “E’ impossibile che Fortuna sia caduta da lì” VIDEO

(Websource)
(Websource)

Roberta Bruzzone, nota criminologa e volto televisivo, si occuperà del caso di Fortuna Loffredo in qualità di consulente della famiglia della povera vittima. Assistita dall’avocato Angelo Pisani la Bruzzone ha passato la giornata nell’isolato 3 per revisionare quanto emerso in questi due anni di indagini e le sue prime dichiarazioni hanno subito sparigliato le carte lasciando parecchi dubbi sul proseguo delle indagini e su ciò che gli inquirenti hanno fatto finora: “Ci sono punti ancora oscuri sul luogo del delitto e sulle sicure complicità. Crediamo che l’attuale indagato abbia avuto un complice”. La criminologa poi è entrata anche nel dettaglio: “E’ impossibile che Chicca sia caduta da oltre 30 metri e non abbia riportato traumi devastanti esterni. Per questo credo che la bimba sia stata lanciata nel vuoto da una altezza diversa. E il tentativo di violenza si sia consumato in casa”.

Tutte circostanze che andranno verificate, ma che destano perplessità perché apparentemente sembrano smentire ciò che è stato detto finora anche dalle amichette della povera Fortuna. L’avvocato Pisani si è detto comunque fiducioso e ha presentato così l’arrivo della Bruzzone: “Con la sua esperienza intendiamo far luce su tanto orrore e su altre oscure situazioni nella speranza di sottrarre altri bambini al mostruoso giro di abusi e violenze che emerge dalle indagini”.

F.B.

 Leggi anche:

Fortuna, le ultime intercettazioni fanno venire i brividi