Mamma, figlia e i due cani costrette a vivere sotto un ponte

Le due donne e i loro cani intervistate da La vita in Diretta
Le due donne e i loro cani intervistate da La vita in Diretta

Trovarsi da un giorno all’altro a passare da una vita normale ad una vita di stenti, costrette a vivere in auto sotto ad un ponte. E’ la triste storia di Patricia e Micol, madre e figlia, e dei loro due cani. Tutto è iniziato a metà marzo con uno sfratto esecutivo per fine contratto di locazione. Le due donne decidono di lasciare l’appartamento senza creare ulteriori problemi, ma di certo non immaginano che quella sia l’inizio di una vera e propria odissea. Dopo aver vissuto in una soluzione di fortuna all’interno di un magazzino per qualche giorno le due donne coi loro fidati animali si trovano costrette a stare in auto sotto un cavalcavia. La loro vicenda è figlia della crisi, entrambe senza lavoro vivevano coi pochi soldi di commerciante ambulante dell’ex marito. Quando la sua attività è fallita tutto è andato di conseguenza.

La loro storia purtroppo è quella di molte altre famiglie che, per problemi vari principalmente legati alla crisi economica, si trovano nelle condizioni di dover abbandonare le proprie case. I meccanismi di solidarietà, compresi quelli comunali e statali, non sempre funzionano bene e non sempre sono validi per tutti proprio come questa storia ci insegna.

F.B.

Leggi anche:

Marito e moglie licenziati e sfrattati a 57 anni: a Natale avviene il “miracolo”