Berlusconi: “Vendo, ma vorrei lasciare il Milan in buone mani” (VIDEO)

Silvio Berlusconi (ritaglio video)
Silvio Berlusconi (ritaglio video)

“Io come tutti voi ho il Milan nel cuore e soffro quando va male, forse più di voi visto che per farlo grande ho dovuto investire più di un miliardo di euro e solo nell’ultimo anno 152 milioni”. Inizia così un videomessaggio su Facebook di Silvio Berlusconi, in cui l’ex premier e patron dell’AC Milan ha manifestato chiaramente – semmai finora non fosse stato chiaro – l’intenzione di vendere la squadra. Tra le ultime notizie riguardanti la vendita del Milan c’è quella che sostiene che fra gli acquirenti possibili ci sarebbero delle cordate cinesi.

Silvio Berlusconi ha fatto il punto rispetto alla stagione che sta per concludersi: “Converrete con me che non abbiamo mai visto il Milan giocare così male come quest’anno, nonostante l’investimento. Per questa ragione, ho trovato il coraggio di provare a cambiare per le ultime partite, con l’obiettivo di arrivare alla finale con la Juventus con qualche speranza in più. Mi sembra in effetti che nel gioco qualche miglioramento si sia visto. Avevamo in casa Brocchi, ottimo allenatore della Primavera: gli ho chiesto un atto di coraggio e lui ha accettato. E’ una persona seria, che conosce bene lo stile Milan sin da quando giocava nei pulcini”.

Quindi Berlusconi fa vedere una fotografia che lo ritrae da giovane con la maglia del Milan, un’immagine che in molti sulla Rete considerano taroccata. Poi prosegue: “Brocchi ha comunque avuto pochissimi giorni per intervenire sui giocatori e provare nuovi schemi di gioco. Siamo peraltro stati sfortunati in alcune partite, come a Verona dove abbiamo subito gol su rigore e punizione che non c’erano. Lasciamo lavorare Brocchi in serenità fino alla finale di Coppa Italia, il 21 maggio, poi ragioneremo sul da farsi”.

“Dopo 30 anni in cui abbiamo pasteggiato a champagne e caviale, ci sta un periodo di digiuno, che sarà sicuramente passeggero”, ha chiarito Silvio Berlusconi, concludendo poi: “A chi mi dice che bisogna vendere, ribadisco che ci sto provando da un anno, ma vorrei lasciare il Milan in buone mani, che gli garantiscano un futuro da protagonista e preferibilmente in mani italiane. Per questo, qualsiasi suggerimento è il benvenuto”.

GUARDA VIDEO

Il tg del giorno in meno di tre minuti

GM