Victoria, mamma al sesto mese, ha un malore a casa delle nonna …

Anne Ramage
(Websource)

Nei giorni scorsi il Regno Unito è stato scosso da una storia commovente. Victoria Anne Ramage, 22 enne scozzese al sesto mese di gravidanza, ha perso la vita mentre era a casa della nonna. La ragazza, intenta a fare colazione, è svenuta improvvisamente e a nulla sono serviti gli sforzi dei dottori dell’ospedale di Dalmellington. L’intervento chirurgico d’emergenza non ha permesso di salvare la sua vita e nemmeno quella del suo bambino.

Il compagno, John McRobert, ha rivelato ad un giornale locale che il bambino si sarebbe chiamato Abel e che nulla lasciava presagire ad una tragedia simile: “Victoria era così entusiasta della gravidanza e non ha mai avuto problemi di salute, anzi da quando aspettava nostro figlio la gioia risplendeva nei suoi occhi e non c’era nessun indizio che potesse far pensare ad un malessere improvviso. Il personale medico ha fatto il possibile per salvare lei e Abel ma nel momento in cui il suo cuore si è fermato non sono riusciti più rianimarla e Victoria non era più in grado di respirare da sola”. John aveva deciso di chiedere la mano della sua compagna nel giorno del suo compleanno.

A poche ore dal tremendo lutto che lo ha colpito, John ha deciso che il bambino non dovesse mai lasciare la mamma così ha chiesto e ottenuto la possibilità di seppellire il feto del piccolo Abel, già formato e con lineamenti riconoscibili, al fianco di Victoria: “Così staranno insieme per sempre e nessuno li potrà separare. Credo fermamente che Victoria abbia deciso di lasciarsi andare nel momento in cui Abel ha smesso vivere, era l’unico modo per stare con nostro figlio e proteggerlo per sempre. Voglio ricordarla sempre così”.

La famiglia ha organizzato il funerale e ha deciso quindi di seppellire il feto accanto alla mamma, nascondendolo nell’incavo del braccio proprio come se lo stesso teneramente cullando. Intanto un portavoce della polizia ha affermato che la morte è stata identificata come non sospetta, tuttavia sarà effettuata un’autopsia per stabilire le cause del decesso.

A.P