Allatta il figlio in un locale, la reazione del titolare è furiosa

(Youtube)
(Youtube)

Pochi giorni fa avevamo scritto di un episodio analogo avvenuto in Inghilterra all’interno di una farmacia. In quel caso alla giovane mamma era stato lanciato un asciugamano e con modi poco educati le era stato detto di coprirsi mentre allattava. In questo caso avvenuto in Italia, ad Arma di Taggia, le cose sono andate se possibile in modo ancora peggiore. Una mamma di 30 anni di Sanremo che stava allattando il figlioletto di dieci mesi in un locale sul lungomare ha vissuto un episodio poco piacevole che lei stessa racconta così: “‘Sei una grande maleducata, sempre con la tetta di fuori’ mi ha detto la titolare del locale – racconta la donna – e poi ha aggiunto che lei per allattare i bambini andava dai nonni. A quel punto è arrivato il marito della titolare che mi ha invitata a raccogliere le mie cose e andarmene”. Va detto che la controparte si difende raccontando una versione leggermente diversa dei fatti. L’uomo che ha cacciato la donna dal locale sostiene che la mamma non stesse allattando, ma cambiando il pannolino del bebè sul tavolo davanti a tutti, mentre la gente mangiava in sala.

Al di là di questa giustificazione tutta da verificare la vicenda ha scatenato le proteste di molte persone. Numerose mamme hanno organizzato una breve manifestazione davanti al locale e si sono messe ad allattare per esprimere il loro dissenso nei confronti dei titolari e difendere il diritto delle mamme all’allattamento anche in pubblico. La vittima di questa ingiustizia non vuole comunque esacerbare i toni: “Non mi interessa denunciare quelle persone anche perché in Italia non esiste una legge che dia torto o ragione alle madri che allattano nei locali pubblici. Quello di stamattina voleva essere soltanto un momento di condivisione con altre mamme per sostenere l’allattamento materno: un diritto e non una forma di esibizionismo o qualcosa legato al pudore.

F.B.