Muore a 21 anni dopo la partita di calcio

image

Morire mentre si gioca a calcetto. E’ l’incredibile destino a cui è andato incontro un ragazzo di 21 anni, Samuele Cianci, morto per un malore ieri sera ad Empoli mentre disputava una partitella a calcetto con gli amici. Si è accasciato al suolo nello spogliatoio, subito dopo la fine del match e ogni tentativo di rianimarlo si è rivelato inutile. Il tutto è accaduto nel centro sportivo di Monteboro, di proprietà dell’Empoli Calcio, sulle colline tra Granaiolo e il centro cittadino. Era una serata come tante altre per il giovane, che aveva militato anche nel Cortenuova.

L’allarme è stato dato dai suoi amici poco dopo le ore 22.15, una volta che i ragazzi si sono accorti che il loro coetaneo non stava bene. Alcuni dei presenti sul posto hanno tentato le prime manovre per cercare di rianimarlo, prima che la sala operativa del 118 di Pistoia-Empoli inviasse sul posto l’automedica di stanza all’ospedale San Giuseppe e l’ambulanza della Pubblica Assistenza. Ma per Samuele non c’è stato nulla da fare.

Il magistrato di turno ha disposto il trasferimento della salma all’istituto di medicina legale di Careggi e nelle prossime ore, proprio qua,  verrà effettuata l’autopsia per capire le cause del decesso del ragazzo.

M.O.