Uccide il suo cane: il motivo è assurdo

Anita Parker (websource)
Anita Parker (websource)

Davvero assurda la vicenda di una donna statunitense di Lawrence County nello stato dell’Alabama, la 43enne Anita Parker, finita in manette con le accuse di maltrattamenti e uccisione di animali. La donna avrebbe prima simulato di essere incinta per ben sette mesi, poi ha ucciso il cagnolino del consorte e ha usato i suoi resti per far credere al coniuge che aveva avuto un aborto spontaneo. Il marito, Johnny Parker, qualche giorno fa, è rientrato a casa scoprendo che il letto era pieno di sangue e tessuti.

A questo punto la donna ha spiegato che aveva avuto un aborto spontaneo e lui si è ostinato per convincerla ad andare al pronto soccorso. Qui la sorpresa: i medici hanno infatti fatto sapere all’uomo che Anita Parker non era mai stata incinta. Quando poi è tornato a casa, per il marito è arrivata un’altra inquietante sorpresa: il suo chihuahua di otto mesi era introvabile ed è stato rinvenuto dopo un po’ di tempo nel cestino della spazzatura all’esterno dell’abitazione, completamente sventrato.

Solo a quel punto, Anita Parker ha deciso di raccontare la sua folle messinscena, che mai aveva insospettito il marito, anche se questi si era chiesto il perché la donna evitasse visite ginecologiche.

GM