Avvelena la compagna incinta, la madre: “E’ un bravo ragazzo”

(repertorio, Pixabay)
(repertorio, Pixabay)

A Pomeriggio Cinque, contenitore quotidiano di Canale 5 parla la mamma del dipendente pubblico di 35 anni, fermato nei giorni scorsi a Bologna, per aver versato soda caustica nella bibita bevuta dalla compagna incinta. “E’ un bravo ragazzo, non so che pensare” – ha spiegato la donna – “Io non so come sta, io non l’ho visto, forse lo vedrò domani. Lei la conosco bene, veniva spesso da noi. Cosa dirò a mio figlio? Ci penserò poi”.

Ancora grave la situazione della donna che attualmente si trova ricoverata in prognosi riservata nel reparto di rianimazione, mentre il feto dovrebbe essere ancora in buone condizioni. La vittima ha bevuto una bibita gassata prendendola dal frigorifero di casa. Subito dopo si è sentita male accusando fortissimi dolori alla pancia e allo stomaco. Trasportata d’urgenza all’Ospedale Maggiore di Bologna la donna, 45 anni di origine toscana, è stata visitata dai medici.

Il suo compagno, nel corso dell’interrogatorio, ha omesso in un primo momento quanto aveva fatto. Sul movente ci sono ancora molti dubbi, anche se l’ipotesi è che l’uomo vivesse con l’angoscia che il figlio potesse non nascere in buone condizioni di salute. Nei giorni scorsi il procuratore aggiunto di Bologna,Valter Giovannini, ha precisato: “Il movente non è ancora chiaro, detto questo la procura non intende fornire ulteriori particolari rispetto alla donna e al figlio che ha in grembo”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM