Parolisi, ecco la condanna definitiva per l’omicidio della moglie

Salvatore Parolisi
Salvatore Parolisi

E’ appena arrivata la condanna definitiva per Salvatore Parolisi, l’ex caporal maggiore dell’Esercito, ritenuto responsabile dell’omicidio della moglie, Melania Rea, avvenuto nell’aprile del 2011. Per lui sono stati confermati i venti anni di carcere già comminati in precedenza. E’ quanto ha deciso la Quinta sezione Penale della Cassazione che ha infatti rigettato il ricorso presentato dalla difesa di Parolisi contro la sentenza emessa, in sede di rinvio, dalla Corte d’Assise d’Appello di Perugia, il 27 maggio dello scorso anno.

I giudici perugini avevano dovuto rideterminare la pena (nel primo processo d’appello, a L’Aquila, l’imputato era stato condannato a 30 anni) dopo che la Suprema Corte, nel febbraio 2015, aveva escluso l’aggravante della crudeltà, pur confermando la colpevolezza dell’imputato. Ed era già definitiva, per Parolisi, anche la perdita della patria potestà, che comunque non era stata appellata all’Aquila durante il secondo grado del procedimento: la figlioletta Vittoria resta dunque con i nonni materni.

F.B.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO