Stupra e picchia la moglie disabile e la figlia in modo atroce

(Web)
(Web)

Addirittura dal 2004 andava avanti in una casa di Firenze un menage famigliare atroce, in cui un uomo svolgeva il ruolo di marito e padre mostro. L’uomo, un rumeno di 37 anni, è stato finalmente arrestato dai carabinieri del comando provinciale di Firenze con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e violenza sessuale commessa su minorenne dopo che la donna e la figlia si sono decise finalmente a parlare dopo anni di silenzio e sopportazione. Come si legge nel comunicato dei Carabinieri “l’uomo ha posto in essere in maniera abituale e sistematica una condotta violenta, sia fisica che psicologica, nei confronti della moglie, colpita anche da una disabilità, e della figlia, instaurando un clima di terrore all’interno della casa”. In particolare il rumeno aveva completamente soggiogato e sottomesso psicologicamente la moglie, la ricopriva di insulti e la minacciava quotidianamente, manifestando nei suoi confronti anche un atteggiamento ossessivo che si manifestava con decine di telefonate giornaliere durante l’orario di lavoro. L’uomo picchiava sia la moglie che la figlia ogni giorno con le scuse più futili e non solo con calci e pugni, ma anche utilizzando bastoni di ferro e addirittura un martello. Come se non bastasse dal 2010 il romeno avrebbe più volte costretto con l’uso della violenza la figlia minore, anche prima che compisse i 14 anni, a subire ignobili violenze sessuali, all’interno della loro abitazione sia in Italia che in Romania.

F.B.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO