Samir Handanovic (getty images)

Samir Handanovic (getty images)

Con l’avvento del gruppo di Suning alla guida dell’Inter,  è ripartito il calciomercato dei nerazzurri.  Chiuso nella giornata di ieri il trasferimento dal Genoa di Ansaldi, con le visite mediche all’Humanitas di Rozzano,  il direttore sportivo Ausilio si sta concentrando sulla situazione portieri che vede coinvolto Samir Handanovic. Nei giorni scorsi, il ds, ha avuto un colloquio con l’agente del ragazzo comunicandogli la possibilità, concreta, di un clamoroso scambio con il Paris Saint-Germain: un trasferimento alla pari con lo sloveno verso Parigi mentre a Milano  approderebbe  il secondo portiere della nazionale italiana Salvatore Sirigu, ex Palermo. Samir,  ha fatto capire più volte di voler lasciare Appiano Gentile per giocare la Champions League. Il brutto finale di stagione degli uomini di Mancini ha complicato la situazione.

Nel ultimo match contro  l’Empoli, l’estremo difensore, aveva dichiarato: “Sicuramente pesa non poter giocare la Champions League che rimane un mio grande obiettivo. Ad oggi non sono in grado di dire se il fatto di non giocarla potrà influenzarmi nelle scelte future. Vedremo in futuro, nel calcio è sempre tutto incerto e non si può prevedere nulla”.

L’ingresso della società cinese, ha portato grande credibilità e forza al mercato dell’Inter, anche se continua ad esistere il problema del FPF che potrebbe precludere alcune trattative che il direttore sportivo Ausilio aveva in mente di imbastire per rinforzare la rosa a disposizione di Roberto Mancini, per permettergli di lottare per lo Scudetto nella prossima stagione. Come è stato detto più volte, il Fair Play Finanziario, potrebbe essere raggirato tramite l’utilizzo dell’altra squadra in mano al gruppo Suning, il Jiangsu; la società orientale potrebbe acquistare i giocatori per poi girarli in prestito all’Inter anche se in questo senso ci sono alcune restrizioni. Il giocatore che piace di più è il centrocampista ivoriano del Manchester City Yayà Tourè che ha più volte dichiarato di voler tornare alle dipendenze di Mancini e questa potrebbe essere l’occasione giusta.

Alessandro Nobile