A Cinecittà World arriva SpacExpress

13529059_1085885028168301_7539766198655994224_nChi, nel corso della propria esistenza, non ha mai provato il forte desiderio d’immergersi nello spazio per gravitare tra le stelle e, magari, osservare dall’alto i pianeti del sistema solare?

Il parco dei divertimenti romano di Cinecittà World – dedicato al meraviglioso universo della Settima arte – ha provveduto l’8 luglio 2016 a consentire ai propri visitatori di essere protagonisti di questa fantastica esperienza, facendoli sentire per qualche minuto un po’ come il Matthew McConaughey di Interstellar o il Matt Damon di Sopravvissuto – The martian.

Perché è stata inaugurata la nuovissima attrazione – realizzata con il patrocinio dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e con la collaborazione tecnica delle industrie spaziali Argotec, AVIO e Thales Alenia Space – che va ad arricchire ulteriormente il già corposo agglomerato d’intrattenimento sguazzante tra sottomarini, villaggi western, montagne russe e tante attrazioni dedicate ai bambini.

SpacExpress L24, per la precisione, navicella al cui interno, tramite l’utilizzo di appositi occhiali, chiunque sale a bordo può provare l’illusione di partire dalla Stazione Atlantis sul pianeta Terra per essere trasportato virtualmente nel futuro e fare tappa sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Un viaggio che, tra corpi celesti in agguato, insidie spaziali e attraversamento delle porte della base lunare “Mare della tranquillità”, consente di approdare sulla Luna, ma anche di finire su Marte con il primo shuttle di linea della storia, che atterra nello spazioporto Ares, vicino all’Equatore.

Il tutto, per attraccare al modulo Columbus della Stazione Spaziale Internazionale dopo essere stati lanciati nello spazio, appunto, dal razzo Vega; senza dimenticare un astronauta che accoglie virtualmente gli ospiti per fargli da guida in un affascinante tour.

Mentre il percorso espositivo intende illustrare diversi degli aspetti e dei risultati legati alla grande avventura spaziale di cui è protagonista l’essere umano, dalle immagini della superficie del Pianeta rosso inviate dalle più significative missioni ai grandi centri da cui esse prendono il via, fino alla vita a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e ai cibi e alle tute usate.

E ricordiamo anche che il 7 e l’8 luglio 2016 Arianespace e AVIO/ELV hanno organizzato nella capitale italiana il secondo “VEGA Users’ Day”, riunendo tutti i clienti e i partner del lanciatore leggero europeo al fine di fare il punto sul suo impiego e sul suo successo commerciale ed istituzionale. Uno degli obiettivi, chiaramente, è la preparazione del futuro con VEGA C, che inizierà ad essere commercializzato da Arianespace verso il termine dell’anno corrente, in vista di un primo lancio nel 2019.

Insomma, non rimane che lanciarvi… nelle immense distese stellari!

Francesco Lomuscio