“Aiuto, un bambino è caduto dagli scogli”

(Alexander Aksakov/Getty Images)
(Alexander Aksakov/Getty Images)

Spiagge affollate ieri su tutta la Riviera del Conero, da Portonovo a Mezzavalle, passando per Numana e Sirolo, anche grazie alle temperature, al di sopra dei 30 gradi per l’intera giornata. Particolarmente caotica la situazione lungo l’unica strada d’accesso a Portonovo, sin dalle prime ore della mattinata e con punte nel tardo pomeriggio, quando per tutti è stata l’ora di rientrare. Si è anche sfiorato il dramma attorno a mezzogiorno, quando una bambino di una decina d’anni, anconetano, è caduto sugli scogli che delimitano la spiaggia libere in direzione verso Mezzavalle.

Il bambino ha riportato una ferita alla fronte ed è stato soccorso dalla Croce Gialla di Camerano, dopo essere stato medicato sul posto: fortunatamente il piccolo non è grave ed è rimasto sempre cosciente. A intervenire prontamente sono stati i bagnini di Portonovo, come era successo la domenica prima quando un ragazzino stava per annegare. Per prevenire le situazioni di rischio e sanzionare chi non rispetta le regole, la Guardia costiera di Ancona ha schierato due pattuglie: prosegue quindi la task force dei militari per evitare che qualcuno si faccia male.

L’attività delle pattuglie della Guardia costiera è coordinata con quella della motovedetta 800 e, in questi giorni, è affiancata dall’attività di controllo della polizia di Stato. Nello specifico, la pattuglia via terra si occupa di far rispettare le regole ai bagnanti, infatti evita quotidianamente che vengano accesi fuochi o che la gente campeggi in spiaggia.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM