Lo investono a 16 anni, la sua morte salverà 60 persone

(facebook)
(facebook)

16 anni. Solo 16 anni. Un destino davvero crudele. E’ stato trovato privo di vita Daniele, travolto da una macchina mentre si trovava sull’Aurelia all’altezza di Ladispoli, vicino a Roma. Il giovane ora vivrà in almeno 60 pazienti malati di cancro, che riceveranno i suoi organi e tessuti. Il ragazzo frequentava l’istituto alberghiero ed era un grandissimo appassionato di calcio e cinema. Un gesto di grande generosità quello fatto dai genitori del sedicenne, morto nella notte di venerdì scorso. Daniele era un ragazzino generoso e mamma e papà hanno ricordato che il loro figlio si travestiva da supereroe proprio per far sorridere i bambini più piccoli. Nel dramma che li ha colpiti hanno dovuto prendere la decisione di fare  una donazione muscolo-scheletrica degli organi e dei tessuti del loro Daniele.

Una nota degli Istituti Fisioterapici Ospedalieri di Roma spiega cosa significa: “I suoi muscoli, tendini, cartilagini e frammenti ossei potranno essere utili al miglioramento della qualità di vita di almeno 60 pazienti oncologici”. Il giorno dopo la tragedia, l’équipe della Banca del tessuto muscolo scheletrico (Itms) degli Ifo ha effettuato i prelievi. I materiali depositati nella Banca saranno messi a disposizione di chi ha subito danni o demolizioni di tipo muscolo scheletrico, per ricostruzioni che garantiranno loro una migliore qualità di vita. Un gesto bellissimo in una storia che fa riflettere.

MD

Scontro tra treni in Puglia: le prime immagini della strage (Foto Gallery)

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO